Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

mercoledì 9 ottobre 2013

Fed, Obama sceglie la «colomba» Janet Yellen: una donna per il dopo Bernanke

da www.ilsole24ore.com


Janet Yellen (Epa)Janet Yellen (Epa)

Pronti a un pizzico di ottimismo in Borsa? Oggi è possibile perché almeno un tormentone si è chiuso a Washington: sarà Janet Jellen, 67 anni, la numero due di Ben Bernanke. la nuova guida della Federal Reserve, la Banca Centrale americana. Barack Obama darà l'annuncio formale questa sera ora italiana, ma la decisione finale dopo mille tergiversazioni e un'epica battaglia con Larry Summers è presa.
Significa aver fatto la storia visto che la Yellen sarà la prima donna alla guida della Fed. Ma significa anche continuità per la politica monetaria, per la gestione economica del paese e, soprattutto per l'utilizzo del QEIII, nonostante il passaggio delle consegne avvenga da un presidente di nomina repubblicana come Ben Bernanke a una democratica come la Yellen.
I due infatti erano molto vicini dal punto di vista della gestione della politica monetaria, anzi, è noto che la Yellen aveva un atteggiamento persino più espansivo a sostegno dell'economia di quello di Bernanke. La sua determinazione a interpretare fino in fondo il ruolo della Fed per la creazione di occupazione in momenti di difficoltà economica è proverbiale. Per questo la notizia della sua nomina che dovrebbe rassicurare i mercati e portare una buona notizia dopo settimane di braccio di ferro politico sul bilancio e per il tetto sul debito. Allo stesso tempo la Yellen è determinata a controllare lo strapotere delle banche o il concetto che una banca sia "too big to fail".
Una decisione storica, quindi, e sotto molti punti di vista: non solo perché la Yellen sarà la prima donna a guidare la Federal Reserve nei suoi oltre cento anni di vita. Sarà anche la prima donna a ricoprire un ruolo esecutivo di altissimo livello nella gestione economica del paese: nei 224 anni in cui il dipartimento del Tesoro americano è stato istituito, non c'è mai stata una donna alla guida del dicastero. La presidenza della Fed peraltro, grazie alla straordinaria autonomia e all'enorme potere per la gestione dell'economia non solo americana, ma di quella globale, è considerata da molti la seconda più importante posizione di potere negli Stati Uniti dietro a quella del Presidente. È anche la prima volta in quasi 30 anni che un democratico torna alla guida della Fed, da quando Paul Volcker fu sostituito da Rionald Reagan con Alan Greenspan nel lontano 1987.
Lo sguardo calmo, ma sorridente, una severa chioma di capelli bianchi, la Yellen è nata e cresciuta a Brooklyn dove ha studiato alla Fort Hamilton High School di Bay Ridge. Ha fatto il college a Brown e ha poi studiato con il premio Nobel James Tobin a Yale dove ha conseguito il suo dottorato di ricerca. Ha lavorato fin da giovane alla Federal Reserve, anzi, proprio alla mensa della Fed ha conosciuto l'economista che sarebbe diventato suo marito, George Akerlof. Ha poi insegnato a Berkeley. COn il marito ha sviluppato molte teorie economiche, la più importante quella secondo cui i mercati non operano necessarimente in modo efficente. La sua nomina non dovrebbe incontrare alcun ostacolo al moemnto della conferma al Senato.