Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

martedì 17 luglio 2012

Usa, la siccità colpisce oltre metà del Paese

da http://www.eilmensile.it/

17 luglio 2012versione stampabile
La siccità negli Stati Uniti si aggrava pericolosamente. Secondo i dati dell’agenzia meteo Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration), il 55 percento degli Stati Uniti (1016 Contee in 26 Stati) sono in una condizione di siccità da moderata a estrema.
Scott Olson/Getty Images
Tra le aree più colpite il Sud-Ovest e il MidWest, dove i raccolti hanno subito ingenti danni, gli incendi stanno distruggendo vaste aree agricole e la mancanza di pioggia sta prosciugando le riserve idriche. Le perdite si traducono in un aumento dei prezzi: il granturco è aumentato del 33 percento, il grano del 23 percento, i semi di soia del 13 percento.
La siccità è il risultato delle temperature elevate di giugno, le più alte degli ultimi cinquant’anni. Oltre l’80 percento degli Stati Uniti è ‘arido in maniera anormale’, riporta la Noaa, sottolineando il fatto che la siccità si è estesa alle Grandi Pianure e all’Ovest del Paese. Giugno è stato il quattordicesimo mese più caldo dagli anni ’50, ovvero da quando sono iniziate le rilevazioni della Noaa. Funzionari del ministero dell’Agricoltura hanno stimato che il 30 percento del raccolto di granturco piantato nei tradizionali 18 Stati a produzione agricola era in condizioni ‘povere’ o ‘molto povere’ alla fine della scorsa settimana.
“La superficie coltivabile si è disseccata, e i raccolti, il foraggio e le aree da pascolo si sono deteriorate a un tasso raramente visto negli ultimi 18 anni”, scrive il rapporto dell’agenzia meteo.
Oltre mille Contee in 26 Stati sono state dichiarate aree colpite da disastro. Secondo la Noaa, questo è l’anno più caldo negli Usa dal 1956. Quello scorso è stato il più caldo da quando viene praticata la moderna misurazione (e conservazione) dei dati e delle temperature, ovvero dal 1895.